Le monete ellenistiche


Dopo la divisione dell'immenso Impero di Alessandro tra i suoi generali sorsero nuovi regni definiti ellenistici.




La coniazione in massa di monete sfruttando i metalli preziosi degli sconfitti Re di Persia,
fu seguita da un incredibile sviluppo dello scambio di merci nell'ambito dell'Impero macedone,
ma questo non avvenne certo grazie all'applicazione di particolari teorie monetarie o economiche,
bensì per l'ambizione del sovrano di vedere la sua effige coniata circolare dovunque,
anche per fini propagandistici.

Qualcosa di simile è avvenuto in tempi a noi vicini col Tallero d'argento di Maria Teresa
Imperatrice d'Austria; ancora un secolo dopo la sua morte (1780), esso costituiva la moneta
preferita in Africa Orientale e in altre nazioni dell'Oriente... (contromarche, Sao Tomeè....)