L'oro e le monete della Spagna


In costruzione

In base alle leggi del 1475 e del 1497, il maravedì era una moneta
di rame valutata a 375 al ducato (o escudo) d'oro.

 

Anno 1503 maravedì 3.000.000 = 8.000 ducati

Anno 1505 maravedì 22.000.000 = 58.660 ducati

Anno 1512 maravedì 34.000.000 = 88.640 ducati

Anno 1518 maravedì 46.000.000 = 122.600 ducati

Anno 1535 maravedì 119.000.000 = 317.250 ducati

Documenti delle entrate reali dalla Casa de Contratacion, organizzata nel 1503 per controllare tutto il commercio con le colonie spagnole delle Americhe.

Spain - Real (1474-1850)

34 Maravedíes = 1 Real de vellón = 1/2 Real de plata = 2/5 Real de plata fuerte • 2 Pesos = 1 Escudo = 16 Reales de plata (fuerte, from 1737)

Il doblone, la leggendaria moneta d’oro spagnola che ha conquistato il mondo

Nel corso della storia sono molte le monete d’oro spagnole che sono state coniate, ma tra tutte il Doblone è quella che più stimola la fantasia portando con se storie leggendarie di un’epoca oggi lontana, storie di avventura, di pirati, di tesori e di nuovi mondi.
L’importante storia coloniale della Spagna ha permesso alle monete spagnole di diffondersi in buona parte del mondo, la moneta d’oro più conosciuta era quella da otto scudi, conosciuta anche come Doblone composta da quasi 28 grammi di oro puro 22 carati: nel XVI secolo la sua diffusione fu tale da divenire lo standard con cui venivano misurate le altre monete d’oro.

I Dobloni d’oro erano utilizzati solo dai ricchi e per acquisti di rilievo, quindi circolavano poco, per questo quelli che sono stati ritrovati spesso sono in ottime condizioni; il prezzo attuale di queste monete d’oro può arrivare a raggiungere le migliaia di euro a seconda della condizione attuale della moneta.

Ci sono centinaia di tipi di monete d’oro spagnole tanto che molti collezionisti si curano solo di queste senza acquistare monete di altra provenienza; nel caso si volessero acquistare è bene rivolgersi a rivenditori affidabili che rilascino un certificato di autenticità sia che si tratti di monete antiche o più recenti, in caso di monete ritrovate è bene che esse siano accompagnate da documentazione che ne confermino data e luogo di ritrovamento.

Per le monete ritrovate in mare dovrebbe esserci un certificato di autenticità fornito dalla società che ha gestito il recupero e la distribuzione delle monete d’oro ritrovate.

Il pezzo da 8 reales

Ancora nel 1800, sul litorale cinese, era ancora di uso corrente una moneta argentea di origine ispano-americana chiamata dollaro dagli inglesi e piastra dai francesi, i cinesi la chiamavano fan ping yuan,(dischi stranieri) e per abbreviazione yuan. Era il peso gordo dell'Impero Spagnolo, il famoso pezzo da otto, che si era diffuso nell'oceano Pacifico soprattutto a partire dal Messico dalla fine del XVI secolo. Questa moneta valeva 0,72 tael 0 0,25 Lira Sterlina. Quindi 4 dollari (o piastre) o 3 Tael servivano per fare una Lira Sterlina