Le monete della "Freccia nera"


Nel capolavoro storico di R. L. Stevenson scritto nel 1887 e ambientato verso
il 1460 durante la guerra delle due Rose esistono alcuni accenni alle monete.


Il Nobile ("Nobles"), è nel romanzo la moneta che più rappresenta il valore alto; era stata introdotta un secolo prima da Edoardo III e coniata da tutti i successori, compreso Enrico VI, il re durante l'epoca del romanzo.*

Senza-legge "pensa più che altro a passarsela il meglio possibile e preferisce un noble d'oro e un boccale di vino canariano a tutte le vendette comprese tra le pene del Purgatorio."

Dick promette un noble al capitano Arblaster.

-

Durante il primo raduno dei "briganti" della "Freccia Nera" e del loro capo, Ellis Duckworth, Dick e Joanna, nascosti dal bosco, ascoltano la conversazione .

"Questo non è vero, Senza-legge - ribattè Ellis. - 'Ti sei portato dietro l'odore della dispensa del convento e la gola prima o poi ti rovinerà, caro mio. Da Appleyard abbiamo cavato venti sterline, sette marchi dal messo che abbiamo fermato la notte scorsa, e non più tardi di ieri il bottino si è accresciuto dei cinquanta marchi presi al mercante."

La citazione delle sterline è alquanto strana, in quanto come moneta metallica non esistevano ma era invece una moneta di conto, il "pound" pari al peso di una libbra di metallo prezioso, tra l'altro qui non specificato!

Anche il marco dovrebbe evidentemente essere usato come peso, corrispondeva ai 2/3 della libbra, ma non ne è menzionato il metallo, come invece si usava se fosse stata una moneta. Come avveniva sino a 100 anni più tardi al tempo di Edoardo III.

Una cifra era sovente espressa in marki, i quali potevano contarsi in pennies o in monete straniere ma la parola marko sempre significherebbe un dato peso.

Invece Senza-legge, nel descrivere a Dick alcuni suoi oggetti nascosti nel suo rifugio, parla di un libro costato 4 marchi. Qui si intendono certamente come monete ma il marco era sempre stato un peso, non fu una moneta sino al 1871.

Tornando all'episodio della radura, subito dopo Tom Cuckow racconta di aver bloccato un grosso trafficante di indulgenze "Ecco qui la borsa. - Lanciò un sacchetto a Ellis che lo aprì e ne controllò il contenuto, commentando infine: - Un centinaio di scellini tra tutto! .... - Così brontolando andava riponendo le monete nella borsa che poi richiuse e fece sparire."

Da secoli lo scellino rappresentava la ventesima parte della lira e quindi una moneta di conto ma non fu una moneta metallica sino all'epoca del primo re Tudor. Quindi quelli del sacchetto sono di almeno 50 anni in anticipo sui loro tempi.

 

 

 

 

In altri brani le traduzioni indicano semplicemente "monete" o "denaro".

Dopo l'avventura della Good Hope, una volta sbarcato a terra "Dick tirò fuori la sua borsa e distribui tra gli uomini il danaro che conteneva, senza trattenere nulla per se..."

Dobbiamo però tenere presente che l'Inghilterra era all'epoca un paese economicamente periferico rispetto alle Fiandre, alla Francia o soprattutto rispetto al Nord e Centro Italia.

* Le prime monete d'oro chiamate "Nobili" comparirono oltre 100 anni prima della storia qui narrata.

*** Una moneta di nome Crown fu introdotta all'epoca degli Stuart.

Si veda la Storia delle monete inglesi !