Guida introduttiva all'investimento in monete


Una piccola guida per gli utenti che vogliono iniziare a investire in monete
e che si trovano disorientati sul come approcciarsi alla numismatica.


Investire in monete da collezione

L'argomento dell'investimento in monete, il quale può procurare spesso piacevoli sorprese nel tempo e offre molte garanzie di affidabilità. Investire in monete da collezione significa acquistare oggetti di particolare pregio e valore e non curarsi dell’oro e di tutte le opzioni di investimento realizzabili tramite questo metallo prezioso. In quella situazione saremmo nel campo delle monete Bullion non da collezione, avremmo poche differenze rispetto all'investimento in lingotti.

Qui estrapoliamo si tratta di monete emesse e create in epoche ormai trascorse, le quali possono essere d’oro, ma anche di altri metalli; sono oggetto di interesse da parte di collezionisti, appassionati di numismatica o di storia. Le monete possono essere acquistate a fini di investimento, cioè allo scopo di rivenderle per ottenere un guadagno o ritorno economico, dato dalla differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita. Il particolare interesse degli investitori per le monete da collezione, nasce dalle stesse motivazioni dell’investimento in oro ed in opere d’arte, cioè dal desiderio di dirottare i propri risparmi in beni considerati “rifugio” cioè capaci di aumentare, nel tempo, il loro valore e di non provocare la dispersione del capitale investito.

I mercati finanziari, ancora oggi, restano incerti e traballanti, a dispetto delle previsioni ottimistiche e positive, i casi di fallimenti di banche o prodotti bancari sono all'ordine del giorno e ciò induce molti a sperare poco nei possibili rendimenti dei titoli finanziari. Essi resteranno sempre e comunque una forma di investimento, con i suoi pro ed i suoi contro, ma attualmente, non convincono più di tanto i risparmiatori e gli investitori. Ecco che in questo scenario di incertezza e sfiducia, sono tornate ad imporsi nuove forme di investimento, più reali e meno “finanziarie”, perché fatte di oggetti che sono ben visibili e quantificabili, tra cui le monete da collezione. Un aspetto da chiarire immediatamente: le monete di valore si devono compare, quasi mai le troverete in circolazione o nel cassetto della nonna.

Investire in monete antiche : la rivalutazione

Quindi non si può prescindere dall’esaminare tutti quei parametri finanziari alla base di qualsiasi investimento. Le monete da collezione sono un bene avente un certo valore, sono regolarmente quotate e commerciabili in qualsiasi città. La loro caratteristica, è quella di avere un valore che si rivaluta nel tempo, con oscillazione al rialzo o al ribasso non eccessive, e ciò consente di impiegare il capitale senza il rischio di grosse perdite, ma anzi con buone prospettive di rivalutazione. Le possibilità di perdita sono ridotte al minimo, mentre le possibilità di guadagno sono molteplici e dipendono essenzialmente dalle possibilità di aumento di valore che queste monete hanno agli occhi dei collezionisti e dai prezzi che vengono battuti alle aste per aggiudicarsele. L’investimento in monete da collezione può essere fatto comprando monete d’oro, d’argento, di bronzo, ma è preferibile un mix di monete di materiali diversi, per diversificare l’investimento e non dipendere solo dai valori dei metalli.

Dove e cosa comprare ?

Per investire in monete da collezione bisogna anzitutto comprarle. Il primo passo è quello di rivolgersi ad un negozio di numismatica specializzato nella loro vendita, dove chiedere anche consiglio.

Le monete infatti non andrebbero mai comprate casualmente o per bellezza, ma ci si deve informare sulle tendenze del mercato e si devono

Un approccio differente è l'inizio di una collezione per studio o per hobby, qui invece disquisiamo di oggetti in cui si stanno investendo somme considerevoli.

La possibile rivalutazione delle monete dipenderà come sempre dalla domanda del mercato e

Esistono anche società specializzate nella vendita di monete da collezione a fini di investimento, che oltre a fornirle, offrono anche consulenza specializzata per realizzare interessanti guadagni dalla loro rivendita.

Alcune di queste sono reperibili on line appena si digita la voce “ monete da investimento”. Le monete, oltre ad essere di diversi metalli, possono essere di Stati diversi, cioè sono emesse dalle Zecche dei paesi da cui provengono. Il valore di simili monete varia in base al materiale di cui sono composte ed all’epoca a cui appartengono, si va dalle 10-15 euro per le monete di bronzo, alle migliaia di euro per quelle d’oro.

Anche le valute non più in vigore, possono essere oggetto di collezione o di investimento, come ad esempio, le monete della lira. Molti si sono ritrovati ancora in tasca le vecchie monete da 500 lire che possono venire pagate molto profumatamente da appassionati e nostalgici della “vecchia” moneta nazionale. .

 

Anche per le monete bisogna ragionare in termini finanziari, ma i tempi di rientro dall’investimento differiscono da quelli finanziari perché sono molto più brevi.

 

AUTORI VARI