Logo Curiosità Logo
Quante volte sorgono curiosità o perplessità strane, sugli argomenti più disparati?
Quante volte abbiamo bisogno di un chiarimento, ma non sappiamo proprio dove cercare?
Quante volte ci diverte leggere qua e là qualche curiosità.....?

- Moneta romana in India

Lo sapevate che una antica moneta romana, risalente al tempo del tardo Impero, è stata ritrovata addirittura nell'isola di Ceylon (Sri Lanka). Questo testimonia il fiorente traffico commerciale di Roma con l'Oriente. Anche molto dell'oro romano prese la via del lontano Oriente per pagare le merci esotiche e preziose che venivano da lì (spezie, seta...)..

Al punto che Plinio scrisse:


- Le due monete di Cuba

Caso molto particolare nel mondo, Cuba ha 2 monete:

il Peso Cubano chiamato Moneda Nacional , che è utilizzato principalmente dai cubani che con questa valuta ricevono lo stipendio dalle imprese statali e le pensioni .

il Peso Cubano Convertible che è la valuta utilizzata dai turisti e dagli stessi cubani come pagamento di benzina, alberghi, ristoranti e la maggior parte di cibi e prodotti d'importazione.

Il Pesos Cubano circola a Cuba in monete da 1, 5 e 20 centesimi (centavos) e da 1 e 3 Pesos.
Il Pesos Cubano Convertibile circola a Cuba in monete da 1, 5 10, 25 e 50 centesimi (centavos) e da 1 e 5 Pesos.


- Attenzione all'Euro turco !

La nuova lira turca entrata in vigore nel 2005 presenta una moneta da 1 lira molto simile agli Euro. Ecco che le Banche italiane diffondono degli avvisi per far prestare attenzione ai clienti alle strane monete che possono trovare in circolazione. Clicca qui per vedere l'avviso

Grazie a Marco V.


- Un padre illustre
Siamo ormai abituati ai diversi tipi di linee incise sul bordo delle monete, la cosidetta zigrinatura. M
a da quando e da chi viene introdotta ?

 

La Zigrinatura (o Godronatura) è il procedimento di impressione di fitte linee parallele sul contorno della moneta, generalmente perpendicolari alle facce. Rappresenta l'evoluzione dei vari fregi anti frode usati in passato.

Non molti sanno che questa tecnica fu inventata dal famoso astronomo e fisico inglese Isaac Newton (1642 - 1727), famoso per i suoi fondamentali studi dell'ottica, del calcolo infinitesimale, della meccanica ( non a caso detta "newtoniana"), della cosmologia ma soprattutto per aver enunciato le leggi sulla gravitazione universale.

Newton nel 1696 divenne Guardiano della Zecca di Stato e in seguito Responsabile, posizione di grande prestigio e ottimamente remunerata; in quegli anni dovette far fronte al gravissimo problema dei "falsari", che usavano limare l’oro dalle sterline provocandone un forte abbassamento (fino al 50%!) del valore reale rispetto al loro valore formale di scambio.

Anche in questa applicazione pratica, Newton dimostrò il suo genio: introdusse la zigrinatura ai bordi delle monete per evitare che venisse limato del metallo prezioso e rendendo così difficilissima la loro contraffazione, o per meglio dire rendendola palese.

In vita Newton raggiunse una fama, che solo Archimede (287 - 212 a.c.) ed Einstein (1879 -1955) hanno eguagliato. Venne sepolto nell'abbazia di Westminster con gli eroi britannici.

Grazie a Marco V.


- I sostituti del KM#
Tutti noi siamo abituati a classificare le monete usando il famigerato KM#, riportato sul più diffuso catalogo di monete: il World Coins.
Però le monete di alcuni paesi non sono codificate con KM#, ma con Y#. Perchè ?


Il World Coins utilizza come suffisso il KM# (dal nome dei due autori del catalogo: Krause e Mishler) anche se in alcuni casi, come appunto per la Russia ma anche il Giappone per esempio, usa il suffisso di un altro catalogo e precisamente il "Modern World Coins" di R.S.Yeoman appunto. Da qui il suffisso Y#.
In altre parole il Krause in qualche caso riprende la catalogazione fatta da questo altro autore e ne conserva il numero. Nel caso dell'India invece mi sembra che li utilizzi contemporaneamente tutti e due (KM# e Y#) creando anche un pò di caos.
In alcuni casi ancora, come per esempio la monetazione della Cina imperiale (tra fine '800 e inizio '900) ma credo non sia l'unico caso, nel Krause è indicato il c#. Quì si fa riferimento al "Coins of the World" di William D. Craig.

Inoltre è possibile trovare:
- FR# (R. Friedberg per GOLD COINS OF THE WORLD o COINS OF THE BRITISH WORLD),
- P# (F. Pridmore BRITH COLONIAL COINAGE),
- V# (Valentine W. H. MODERN COPPER COINS OF THE MUHAMMADAN STATES),
- K# (KANN E. per alcune monete cinesi)


Grazie a Davide e Andrea

 

- 50 Lire Italia "Vulcano"
Le monete della serie delle 50 Lire Italiane "Vulcano" con dimensione ridotta non sono tutte uguali.........

La sensazione che le monete del '95 potessero essere diverse dalle altre mi fu confermata dopo l'acquisto del cat. Gigante 2005 nel quale si menziona, a pag. 73, "50 Lire - Vulcano 3° tipo" per gli anni '90-'94 distinguendo poi "con rombo e senza rombo".. e "50 Lire - Vulcano 4° tipo" per il 1995. Nella descrizione Gigante scrive "La differenza si riscontra, in queste ultime monete, dal profilo di Vulcano in cui la natica in primo piano risulta essere più prominente di quella di tipo precedente". Peso, diametro e tutto il resto è uguale, naturalmente.
Il fatto che il Krause non ne desse notizia, non mi ha stupito più di tanto.. Però comprando il cat. Alfa di questo anno (31° edizione) ho visto che nemmeno quì si fa questa distinzione!.. L'Alfa considera tutte uguali queste monetine..
Ad accrescere i dubbi (o meglio, le certezze) la consultazione di un allegato alla rivista Cronaca Num. di aprile n.184 curata da Giovanni Attardi. Quì si fa di nuovo la distinzione fra quelle datate '90-'94 catalogate come "Vulcano III" e quella del 1995 "Vulcano IV". Nella descrizione testualmente: "Conii rifatti da E.L.Frapiccini".
Questa precisa indicazione potrebbe, a mio parere, far definitivamente propendere nel considerarle "diverse".
Ho confrontato monete da 50 lire del 1995 e di altri anni ed in effetti la differenza si vede chiaramente a occhio nudo, basta metterle vicino. Chiaramente guardando solo quella del 1995 sfido chiunque ad esssersi accorto a memoria che c'era una differenza.
Affinchè le monete siano utili anche a chi colleziona per tipo bisogna sapere se questa variante è un'effettiva variante di conio oppure un semplice difetto di conio (come dice il Montenegro).
Riportando le parole di Gigante e di Attardi, sembrano proprio una modifica voluta dalla Zecca e quindi una variante di conio.

Grazie a Davide e Marco V.